ARSENICUM ALBUM 200CH GLOBULI

ARSENICUM ALBUM 200CH GLOBULI

Codice Prodotto: ARSENICUM ALBUM 200CH GLOBULI
Punti Fedeltà: 0
Disponibilità: In magazzino
Prezzo: 5,50€
Qtà:
 Acquista

immagine prodotto

ARSENICUM ALBUM (MATERIA MEDICA)
Anidride arseniosa, AS2O3
L'Arsenico, classificato tra gli alteranti, lede tutti i tessuti, sistemi o organi, dalla semplice irritazione fino alla completa distruzione. Non ci si meraviglierà dunque di vederlo indicato in casi di ben diversa gravità, dalla malattia più benigna fino alla cachessia terminale. Anche a costo di ripeterci, diamo sin da ora le sette grandi caratteristiche di Arsenicum, che sono:
— sensazioni di bruciori;
— miglioramento con il calore;
— grande ansietà che provoca agitazione;
— aggravamento fra mezzanotte e le ore 3 con acme alle ore 1;
— periodico ritorno dei sintomi;
— alternanza di eccitazione e depressione;
— escrezioni poco abbondanti, fetide e brucianti.
Si possono facilmente ricordare queste caratteristiche annotando quanto segue:
1) L'Arsenico è un caustico violento, e come tutti i caustici, provoca dolori brucianti.
2) Distrugge le cellule e particolarmente i nuclei dei globuli sanguigni, determinando anemia per diminuzione delle ossidazioni e sue conseguenze:
freddolosità, per mancanza di calore organico, per cui necessità della "veste da camera";
nello stesso tempo bisogno d'aria, per mancanza d'ossigenazione, per cui "finestra aperta";
aggravamento la notte, quando le ossidazioni sono ulteriormente diminuite per il normale rallentamento della circolazione.
3) Si può considerare l'agitazione d'Arsenico come la fase di difesa dell'organismo che, una volta esaurita, è sostituita da una fase di depressione. Queste due fasi, alternandosi, spiegano in parte la periodicità di certi sintomi di Arsenico.
Sistema nervoso
Arsenicum deprime le forze vitali e causa una depressione e una prostrazione estreme sproporzionate alle cause che le provocano: il più piccolo sforzo, il minimo esercizio, per esempio.
Ma Arsenicum è anche un agitato per ansietà, desidera cambiare costantemente posto, ma per la sua debolezza è obbligato a farsi aiutare, o a fermarsi dopo il più piccolo spostamento e restare tranquillo per riposarsi.
È soprattutto la notte che viene preso dai suoi accessi di ansietà che lo obbligano ad alzarsi. Ha paura dell'oscurità, paura di rimanere solo, paura della morte.
Prostrazione, ansietà, agitazione sono veramente tre grandi caratteristiche di Arsenicum.
È nelle malattie gravi, per esempio il tifo, che ritroviamo questo quadro.
Aggiungiamo che Arsenicum, che teme il freddo, si copre e si rannicchia sotto le coperte e la "veste da camera", ma siccome ha bisogno di respirare aria fresca, apre la finestra.
Arsenicum produce ipersensibilità generale (Hepar) e di tutti i sensi, e dolori brucianti come carboni ardenti o aghi roventi che sono migliorati dal calore e dalle applicazioni calde. Provoca anche paralisi simmetriche, colpendo all'inizio le estremità: alluci e piedi, dita e mani, risalendo a volte fino al ginocchio e al gomito senza sorpassarli. Le retrazioni tendinee sono frequenti, sono colpiti gli estensori e a volte l'atrofia è precoce. Arsenicum provoca tremori spasmi dei gruppi muscolari, movimenti coreiformi.
Mucose
Le mucose sono irritate, infiammate, rosse e secche, con un essudato poco abbondante, ma estremamente escoriante e bruciante, tali sono le secrezioni della corizza, della congiuntivite, dell'otite. Le feci sono diarroiche, in piccole quantità, di odore cadaverico, spossanti. Sono irritanti, provocano escoriazioni della cute attorno all'ano e può coesistere un eczema con prurito e bruciori. La leucorrea ha gli stessi caratteri ivi compreso il cattivo odore che si può constatare anche durante le mestruazioni. Notiamo che le mestruazioni possono essere di quantità ridotta ma anche abbondanti e profuse.
Sierose
I versamenti sierosi, al contrario dei mucosi, sono abbondanti e di rapida formazione: pleurite e ascite. Poiché il fegato e la milza sono ingrossati si comprende la frequente indicazione d'Arsenicum nelle cirrosi.
Cute
La cute è secca, come incartapecorita, con tendenza a raggrinzirsi. Presenta le più varie eruzioni: bolle, vescicole, pustole, ecc. Accompagnate da dolori brucianti e da prurito che si alternano incessantemente durante la notte. Foruncolosi cronica.
Eczema che peggiora in inverno e migliora in estate. Ma Arsenicum produce soprattutto delle eruzioni squamose, è un rimedio capitale della psoriasi, e delle ulcere con queste caratteristiche: sono superficiali, brucianti, trasudano un liquido di odore abominevole e sanguinano facilmente.
Edemi, soprattutto a livello delle palpebre inferiori che pendono come piccoli sacchi d'acqua.
Sangue
Sia fra gli allopati che gli omeopati regna la più grande confusione sull'azione di Arsenicum su ciascun elemento del sangue, ma ciò che è certo è che provoca un'anemia e dunque la guarisce a piccole dosi. Arsenicum ha una grande tendenza a sanguinare, ma epistassi, ematemesi, melena, ematuria, emorragie genitali, lo richiedono solo se ci sono bruciori, escoriazioni a livello delle emorragie con ansietà e prostrazione.
Azione di Arsenicum album sugli organi
Stomaco – L'Arsenicum ingerito provoca una violenta gastrite acuta, così troveremo l'indicazione in uno stomaco estremamente irritabile con la sensazione di essere a vivo, fino al punto che il minimo alimento o bevanda provocano dolori e sono immediatamente seguiti da vomito o defecazione o le due cose insieme.
I dolori sono brucianti, atroci. Il soggetto ha intensa sete d'acqua fredda, ma quest'acqua resta come un peso sullo stomaco e finisce per essere vomitata. È per questo che beve poco alla volta, ma spesso. Disgusto per la carne e il burro, a volte per tutti gli alimenti, dei quali non può nemmeno sopportare l'odore.
Addome – Disteso e dolente, sensibile al minimo contatto. Ipertrofia del fegato e della milza, ascite. Emorroidi brucianti come il fuoco e alleviate dall'acqua calda.
Polmone – Asma, i cui accessi sono soprattutto notturni, verso mezzanotte, con espettorato schiumoso, come albume battuto, soprattutto quando quest'asma è apparsa dopo la soppressione di una eruzione cutanea. Dolore fisso, lancinante, acuto, nel terzo superiore del polmone destro. Tosse con sensazione di respirare vapori di zolfo.
Cuore – Battiti troppo forti e visibili (Spigelia).
Sensazione di costrizione (Cactus).
È spesso indicato nell'angina pectoris.
Reni – Albuminuria con edemi localizzati o anasarca. Glomerulonefriti.
Sono state date due indicazioni generali:
1) da Teste che ritiene convenga in modo eccellente alle affezioni endemiche presso gli abitanti di paesi paludosi. Arsenicum in effetti è un grande rimedio del paludismo, come avrà già fatto supporre la sua periodicità e l'ipertrofia della milza. Conviene agli accessi incompleti, mal definiti, con febbre elevata e grande sete, ma per bevande calde;
2) da Jahr che trova sia indicato per le sequele dei raffreddamenti da acqua (Antimonium crudum).
Il tipo d'Arsenicum, per quanto riguarda il viso, è stato ben riassunto in questi termini: "Pallido, gonfio o giallastro, cachettico; gli occhi sono cerchiati, le labbra pallide o livide. Quando i disturbi che richiedono il rimedio sono meno pronunciati la cute è, al contrario, rosa; l'epidermide, soprattutto agli angoli delle labbra, si solleva in fini squame che rassomigliano a grani di polvere di riso".
ALTRE INDICAZIONI
Canizie precoce. Calvizie ippocratica.
Atrofia ottica (alcool, tabagismo).
Otite acuta media (Chavanon), otorrea cronica.

Scrivi una recensione

Il Tuo Nome:


La Tua Recensione: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Punteggio: Negativo            Positivo

Inserisci il codice nel box di seguito: