Estratto semi di pompelmo

Le proprietà benefiche (battericida, funghicida, antivirale, antiparassitario, disinfettante, antiossidante…) dell’estratto di semi di pompelmo per la cura della salute, furono scoperte casualmente nel 1964, dal medico statunitense Jakob Harich, ginecologo e immunologo, ma gli studi furono riconosciuti validi solo nel 1990…

                                                                  Estratto di olio semi di pompelmo

Fu il medico statunitense Jakob Harich, ginecologo e immunologo a scoprire casualmente nel 1964, le proprietà benefiche dell’estratto di semi di pompelmo, da un mucchio di materiale da compostaggio. Egli notò che, il processo di decomposizione delle bucce e dei semi di pompelmo, meglio conosciuto con il nome citrus paradisi, era sorprendentemente più lungo rispetto agli altri rifiuti organici.
 
Questo significava che, nei semi di pompelmo si nascondeva una sostanza che, almeno in apparenza, aveva un effetto antibiotico. Da qui, iniziarono una lunga serie di ricerche scientifiche, prima da parte del dr. Harich, e poi di altri studiosi e università di tutto il mondo, in seguito, si estrasse da quei semi sostanze attive che presentavano caratteristiche antimicrobiche e antisettiche molto ampie, fortemente efficaci e senza controindicazioni, studi riconosciuti validi solo nel 1990.
 
L’estratto di semi di pompelmo ha una reale azione germicida, ad ampio spettro, tanto da poterlo definire un vero e proprio antibiotico naturale, un toccasana per la salute, privo di tossicità. Si è scoperto infatti che, l’estratto di semi di pompelmo è efficace su oltre 100 tipi di funghi e 800 batteri (quali Staphylococcus, Streptococcus, Salmonella, Escherichiacoli, Pseudomonas, Lactobacillus, Klebsiella, Shigella, Legionella pneumophila, Chlamidia, Helicobacter pylori, Herpes, Candida albicans, Aspergillus, Tricophyton e altri funghi e lieviti).
 
È considerato inoltre un buon rimedio per la Sindrome dell’Intestino Irritabile è utile in caso di stitichezza, coliti, diarree, dolori addominali o meteorismo. La sua azione antiinfiammatoria è particolarmente utile contro le infezioni della bocca e delle vie respiratorie: raffreddore, rinofaringite, influenza, otite e gengivite; è considerato un valido integratore naturale che favorisce il drenaggio dei liquidi, depura il sangue, agisce sul fegato e fortifica il sistema immunitario, svolgendo un’azione protettiva nei confronti di cuore, organi e pelle.
 
L’estratto (o G.S.E., Grapefruit seed Extract) è ricavato dai semi di pompelmo (i quali, contengono un’elevata concentrazione di bioflavonoidi e naringina, isosakuranetina, neoesperidina, esperidina, diidrocanferolo, quercetina, canferolo, apigenina rutinoside ecc. più alcune proteine), dalle membrane del frutto disidratato e da una soluzione acquosa di glicerina vegetale che ne riduce acidità e amarezza. In commercio lo troviamo in forma liquida (in gocce, ideale anche per uso esterno, oltre che per la detergenza della persona e per le pulizie domestiche o secca (polvere, capsule o tavolette…).
 
L’estratto dei semi di Pompelmo, viene impiegato: come integratore alimentare, da utilizzare in poche gocce e sempre diluito, in tanta acqua o in tisana o nel succo di frutta, che attenua così il gusto amaro; per uso esterno, diluito con olio, lo si può utilizzare sulla pelle, su piccoli tagli, bruciature, eruzioni cutanee, dermatiti, psoriasi, eczemi, orticarie, verruche, micosi; sul cuoio capelluto per curare forfora, eczema e prurito; sulle unghie per micosi o infezioni; ecc
 
Ecco alcuni rimedi con l’estratto di semi di pompelmo:
 
Labbra screpolate, herpes labiale:
 
a) diluire alcune gocce di estratto di semi di pompelmo in un cucchiaino di olio, passare questo composto sulle labbra più volte al giorno
 
b) mettere 1 goccia di estratto di pompelmo e 9 gocce di acqua e fare delle toccature
 
Stomatiti, sanguinamento delle gengive, faringiti o laringiti:
 
fare degli sciacqui mettendo 10 gocce in 1 bicchiere di acqua per 2-3 volte al giorno
 
Malattie da raffreddamento:
 
3-15 gocce di estratto di semi di pompelmo 2-3 volte al giorno, diluite in un bicchiere d’ acqua, fino alla scomparsa dei sintomi.
 
Acne, brufoli, punti neri, impurità della pelle, la micosi di pelle e unghie:
 
a) inumidire la pelle della zona da trattare con acqua, strofinare 2/3 gocce di estratto sulle mani ben bagnate e massaggiare la zona, lasciare agire per qualche minuto e poi risciacquare;
 
b) usare l’estratto diluito in acqua
 
Psoriasi, licheni, fuoco di S.Antonio, eczemi:
mescolare 10 gocce di estratto con una tazzina da caffè con olio di borragine e trattare la parte interessata 2 volte al giorno;
 
Sudorazione del piede e cattivo odore:
pediluvi caldi con 50 gocce di estratto;
 
Micosi del piede:
se la parte interessata non è molto sensibile si può usare l’estratto puro (1 o 2 gocce al massimo), altrimenti diluire con O.E. di Malaleuca (10gocce di ciascuno) in una tazzina di acqua o glicerina e fare dei lavaggi per 2 volte al giorno;
 
Occhio di pernice:
1 o 2 gocce di estratto puro localmente 1 o 2 volte al giorno;
 
Punture d’insetti
passare 1 o 2 gocce di estratto puro localmente 1 o 2 volte al giorno, se la pelle è sensibile mescolare con olio
 
Uso domestico:
10 gocce di estratto diluite in mezzo litro di acqua, servono ad igienizzare da batteri e funghi qualsiasi parte della casa.
 
Attenzione
 
Gli estratti di semi di pompelmo non vanno mai usati puri sulle mucose di occhi, bocca, gola o parti intime; sono sconsigliati agli allergici agli agrumi.
Ricerche tossicologiche confermano che gli estratti dei semi di pompelmo non presentano alcuna tossicità alle dosi consigliate né a breve né a lungo termine, ovviamente in soggetti perfettamente sani e sempre se assunti in quantità tollerabili;
In alcuni soggetti sensibili può verificarsi una leggera irritazione intestinale, che scompare sospendendo la cura oppure riducendo i dosaggi.
Ad uso interno non deve mai essere impiegato puro, il suo sapore è molto amaro e il suo dosaggio può essere diverso a seconda del disturbo da curare.

Products related to this article